Diversi e Felici: una video inchiesta contro ogni preguidizio

563
Diversi e Felici: una video inchiesta contro ogni preguidizio

“Diversi e Felici” è uno short reportage, un breve servizio di giornalismo d’inchiesta girato da Miriam Jarrett, una giovane giornalista, che con questo video è voluta andare a smontare una serie di pregiudizi.

È stato realizzato nelle piccole province del centro-sud Italia, dove si pensa che l’omosessualità “non esista”, perché “esagerata e vistosa”, e quei “pochi vanno fuori o nelle grandi città del Nord”. Niente di più falso!
Si affrontano quelli che vengono definiti “temi scomodi”. Tra questi c’è sicuramente il conflitto tra religione e omosessualità. Nel video sono presenti due interviste ai pastori della chiesa valdese di Roma e Napoli. Chiesa valdese che, ricordiamo a tutti, fa approfondimenti sul tema dell’omosessualità dagli anni ’70, si batte per i diritti umani, parità di genere e si dichiara contro l’omofobia.
E’ presente anche una breve intervista a Gabriele Adinolfi, accusato di terrorismo di estrema destra dopo i fatti di Bologna, dopo 20 anni in Francia è tornato in Italia. Oggi è giornalista e si dichiara ancora “fascista”.
“Ma il vero giornalismo deve andare oltre e non mi sono arresa – racconta Miriam – con una semplice intervista ho scoperto che Gabriele è una persona molto disponibile, alla mano, molto rispettoso nei confronti degli altri. Che è a favore delle unioni civili fin dagli anni ’70. Che alcuni dei più grandi per lui sono proprio omosessuali.”

E proprio con le parole della giovane giornalista vi auguriamo una buona visione: “I ragazzi e le ragazze intervistate hanno sofferto, ma ce l’hanno fatta. Ci hanno creduto, si sono accettati/e e di conseguenza anche il piccolo mondo provinciale intorno ha cominciato a farlo. I mass media, i grandi giornali, la tv…fanno per l’80% un giornalismo infelice. L’Italia ha bisogno anche di un giornalismo felice! Ma soprattutto, vero.”

 

 

Matteo D’Apolito

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO