Madre butta fuori di casa il figlio gay: il nonno fa un gesto bellissimo…

3657

Chad non aveva il coraggio di rivelare il suo orientamento sessuale in famiglia. Il motivo? Una madre poco comprensiva e poco incline a capire il mondo legato all’omosessualità. Sono passati anni prima che trovasse il coraggio di fare caming out e la reazione di sua madre non si è fatta attendere. Purtroppo Chad conosceva bene sua madre ed era convinto che avrebbe reagito in modo duro. Quello che non prevedeva, forse, era di essere immediatamente sbattuto fuori di casa.

‹‹Sei disgustoso!›› – gli ha urlato la madre – ‹‹Non vedi che stai andando contro natura!›› Chad non riesce a ribattere alla dure parole della madre e si rivolge al nonno che decide di prendersi cura del ragazzo. Poi il nonno materno impugna carta e penna e decide di scrivere una lettere alla figlia. Il contenuto è commovente…

(Leggi la traduzione della lettera del nonno…)

lettera

“Cara Christine, Mi deludi come figlia. Hai ragione quando dici che abbiamo una “vergogna in famiglia” ma ti sbagli su chi sia. Buttare fuori casa Chad solo perché ti ha detto di essere gay, ecco qual è il vero “orrore”. Un genitore che ripudia il proprio figlio è qualcosa di “innaturale”. L’unica cosa intelligente che ti ho sentito dire è che “tu non hai messo al mondo un figlio perché fosse gay”. Certo, non l’hai fatto. È nato così e non ha deciso lui di esserlo come non ha (deciso) di essere mancino. Tu, invece, hai scelto di essere odiosa, gretta e retrogradata. Quindi, visto che stiamo ripudiando i nostri figli, colgo l’occasione per dirti addio. Ora ho un ‘favoloso’ (come dicono i gay) nipote da crescere e non ho tempo per le parole senza cuore di una figlia.

Se ritroverai il tuo cuore, chiamaci.

Papà”

Ti potrebbe interessare:

Le foto più belle dei Gay Pride italiani 2016 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO